Il castello di Miramare è una fiaba o un incubo?

I primi inizi del castello di Miramare

Il Castello di Miramare e il suo splendido giardino sono incastonati nel Golfo di Trieste e offrono ai visitatori un ambiente scenico che abbonda della bellezza della natura ed è ricco di storia. A parte le viste maestose e le sale imperiali, le acque intorno al castello fungono anche da riserva marina. Ma, oltre ciò che incontra l’occhio, questo castello è anche pieno di mistero che lo rende una bellezza da vedere e un luogo infestato da evitare allo stesso tempo.

Castello di Miramare rimane ancora una delle destinazioni chiave di Trieste affollata da turisti
Ingresso a castello di Miramare

I castelli sono stati a lungo associati a fiabe, nonché miti e leggende di un lontano passato. Ad oggi, rimangono la cornice principale di qualsiasi tipo o genere di storia. Potenti e regali con un aspetto che ricorda i tempi antichi, i castelli non mancano mai di affascinare i visitatori anche dopo centinaia di anni. Questi edifici ti riportano indietro nel tempo con la loro facciata evocativa e misteriosa. Inoltre emettono questa aura magica unica ma alcuni hanno un’atmosfera sinistra. Il Castello di Miramare è l’esempio perfetto di un castello che, seppur bello, funge da soggetto di molte storie inspiegabili. 

I primi inizi del castello di Miramare

Il castello mozzafiato di Miramare fu istituito al comando dell’arciduca d’Austria, Massimiliano d’Asburgo-Lorena. Massimiliano voleva avere una casa che condividerà con Carlotta, sua moglie, che ricorda i castelli spagnoli che si affacciano sull’Atlantico. Questo è il motivo per cui è stato chiamato Miramare o mirar el mar che significa guardare il mare.

Video: Il Castello di Miramare e il suo Parco

La storia del Castello di Miramare ha radici che possono essere rintracciate fin dai tempi antichi, nel 1885 per essere precisi, quando Massimiliano si rese conto che voleva far costruire un castello vicino alla baia di Grignano.

I lavori iniziarono l’anno successivo, con il progetto affidato all’architetto Carl Junker. All’inizio, Massimiliano non era così entusiasta al punto da chiedere persino uno schizzo a Giovanni Berlam, un altro architetto. Agli occhi dell’Arciduca, questo secondo lavoro è apparso molto meglio anche se il progetto finale è rimasto come quello di Junker.

Questo castello ha uno stile saldamente neo-medievale. E’ il riflesso dello stile eclettico dell’epoca, con una combinazione di elementi rinascimentali, medievali e gotici. All’inizio aveva un soppalco e tre piani. Massimiliano non lo supportò poiché preferiva sbarazzarsi di uno dei piani pianificati originali. Quando arrivò il 1859, l’arciduca perse la sua posizione di governatore del regno lombardo-veneto e si trasferì al castello con la sua cara moglie. Dopo qualche tempo, andò in Brasile e colse l’occasione per catalogare tutte le bellissime piante che adornano il giardino del castello.

Massimiliano quindi tornò nella sua amata casa. Tuttavia, decise di ripartire nel 1884 e questa volta era con Carlotta. I due viaggiarono in Messico. La coppia trascorse anni di felicità vivendo nel Castello di Miramare fino alla morte di Massimiliano a Queretaro. 

Purtroppo, questa non è stata l’unica tragedia che ha colpito la nobile famiglia. Non molto tempo dopo la morte del suo amato marito, Carlotta diede chiari sintomi di instabilità mentale e perse la testa. Si rinchiuse all’interno del castello per qualche tempo prima di tornare in Belgio. Nel frattempo, fu completata anche una parte del grande castello. 

Maledizioni e storie di fantasmi nel Castello di Miramare

Carlotta ebbe un’ira accecata dopo aver perso il suo caro marito nella misura in cui maledisse l’intero castello e tutti coloro che vi rimasero. Ciò che è stato persino intrigante è che c’erano alcune vittime che hanno sofferto di una morte fatale tra le mura di questo luogo meraviglioso ma spietato.

Maledizioni e storie di fantasmi nel Castello di Miramare
La costruzione del castello di Miramare ebbe luogo tra il 1856 e il 1860

Dopo Massimiliano, l’arciduca Francesco Ferdinando d’Austria affrontò una morte brutale durante il famigerato attacco di Sarajevo che fu responsabile dell’inizio della prima guerra mondiale. 

Il castello cadde quindi nelle mani di Amedeo Duca d’Aosta. Anche lui morì durante la seconda guerra mondiale dopo essere stato costretto in un campo di prigionia. La stessa sorte fu vissuta dal generale americano decorato Charles Moor, che morì durante la guerra di Corea. Anche Vernice Musgrave Mac Fadden, suo collega, è scomparso. L’uomo è morto in un incidente automobilistico mentre si recava a Livorno per tornare in America.

A ciò seguì il politico austriaco Friedrich Rainer che rimase nel castello durante la recente guerra. I partigiani lo hanno brutalmente ucciso. 

Visitatori incantati e fantasmi amichevoli 

Nel mezzo di tutte queste morti da incubo, c’era una storia in particolare che portava sorrisi ai volti di molti turisti che hanno visitato il Castello di Miramare. Essendo superstizioso oltre ogni immaginazione, il colonnello Bowman della Nuova Zelanda credeva nella maledizione e nella leggenda sanguinaria. Ecco perché ha deciso di dormire nella sua tenda nel parco del castello. E’ stato in grado di salvarsi la vita nonostante la maledizione.

C’era un’altra leggenda che era associata alla fiaba del cupo maniero. Questo riguardava i fantasmi della coppia Massimiliano e Carlotta che ancora perseguitano le mura del castello. Ma, con la dedizione che ha messo nella costruzione del castello, è più facile credere che Massimiliano sarebbe stato più incline alla calma e alla bontà e il suo unico interesse sarà godere della pace e della serenità della sua casa.

Ma alla fine della giornata, nonostante tutte le storie di fantasmi e maledizioni, non si può negare che il Castello di Miramare rimane ancora una delle destinazioni chiave di Trieste affollata da turisti e visitatori locali e nazionali. Mentre nel castello si verificarono numerosi decessi, il suo fascino solenne non si perse e non diminuì neppure dopo molti secoli. Se sei un grande fan di castelli, misteri, maledizioni e tutto il resto, allora è tempo che visiti il ​​castello e, se sei fortunato, potresti persino inciampare in uno spettro. O forse no!

Articoli nella stessa categoria: